Microsoft colloca i Data Center in mare per raffreddarli

Project Natick è un'iniziativa di Microsoft che ha come obiettivo installare e gestire data center sott’acqua.

Project Natick è un'iniziativa di Microsoft che ha come obiettivo installare e gestire data center sott’acqua. Nella Fase 1 del Project Natick, Microsoft ha verificato la fattibilità del progetto; ora l’azienda ha annunciato la Fase 2. Questa servirà al team per monitorare il funzionamento del data center e valutare la praticabilità. Tale praticabilità deve essere verificata sia da un punto di vista economico, sia ambientale e logistico. La fase sperimentale era stata avviata nel 2015 negli Stati Uniti, a un chilometro dalla costa Pacifica. Project Natick ora raggiunge l’Europa, con l’implementazione di un data center sottomarino al largo delle Isole Orcadi, a nord della Scozia.

Il presupposto del progetto sta nell’importanza che il cloud computing ha assunto non solo sotto l’aspetto tecnologico. I data center hanno oggi un ruolo cruciale anche dal punto di vista della crescita economica. Le aziende sono alla continua ricerca di soluzioni per lo storage dei dati affidabili e dalle prestazioni elevate. Allo stesso tempo, c’è la necessità che tali soluzioni siano sostenibili dal punto di vista ambientale. È questo che ha spinto Microsoft a sviluppare Project Natick.

Conosci le soluzioni di NPO Sistemi in ambito Data Center, clicca qui: http://www.nposistemi.it/it/dettaglio/virtualizzazione-business-continuity-disaster-recovery/

Per leggere l’articolo integrale pubblicato su 01Net clicca qui: https://www.01net.it/microsoft-data-center-mare/

TIENITI AGGIORNATO

TIENITI AGGIORNATO

SEGUICI SU:

linkedin google

ACCEDI AI SERVIZI NPO

ACCEDI AI SERVIZI NPO